Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_mosca

Attualità

 

Attualità

Le relazioni politiche poggiano su tre pilastri principali, ovvero il Vertice Intergovernativo, presieduto dal Capo del Governo, per l’Italia, e dal Capo di Stato, per la Russia (l’ultimo si è svolto a Trieste il 26 novembre 2013); il Consiglio Italo-Russo di Cooperazione Economica, Industriale e Finanziaria, presieduto dal Ministro degli Affari Esteri per parte italiana e dal Vice Primo Ministro con delega per industria, energia e agricoltura per parte russa, si articola in sette Gruppi di lavoro su temi quali PMI, Agricoltura, Turismo, Trasporti nonché in un Comitato Imprenditoriale coordinato dalla Camera di Commercio Italo-Russa di Milano; Ministeriale Esteri-Difesa (2+2), la cui ultima sessione si è tenuta il 6 agosto 2013 a Roma.
Nell’attuale quadro dei rapporti tra Unione Europea e Federazione Russa condizionato dalla crisi in Ucraina – che ha determinato, sul piano bilaterale,  la temporanea sospensione dei predetti incontri di vertice in conformità alle linee concordate in ambito UE, NATO e G7 – l’Italia continua ad operare per mantenere aperti i canali di dialogo con Mosca, la cui collaborazione è ritenuta essenziale per fronteggiare le principali crisi internazionali, in un quadro di condivisione del ruolo centrale delle Nazioni Unite. Nel dialogo politico, l’Italia si adopera per favorire la reciproca comprensione ed accrescere la fiducia tra le Istituzioni dei rispettivi Paesi e tra quelle europee e russe, nell’auspicio di una rapida soluzione della crisi e di una piena ricomposizione del quadro internazionale.
Accanto al dialogo politico, sostenuto anche dai rapporti inter-parlamentari, e al partenariato economico, tradizionalmente trainato dall’intensa cooperazione nel settore energetico e caratterizzato dall’interdipendenza e sinergia fra i due sistemi economici, le relazioni bilaterali continuano ad essere alimentate dai contatti fra Enti locali, Università e Centri di ricerca.


61