Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_mosca

Visita del Sottosegretario di Stato, Dorina Bianchi, in occasione della MITT 2017 (Mosca, 14 marzo)

Data:

14/03/2017


Visita del Sottosegretario di Stato, Dorina Bianchi, in occasione della MITT 2017 (Mosca, 14 marzo)

Nella giornata di apertura della fiera MITT (Moscow International Travel & Tourism Exhibition), il Sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo, Dorina Bianchi, ha partecipato all’inaugurazione dello stand ufficiale dell’ENIT, preceduta nella mattinata da una prima colazione presso la Residenza dell’Ambasciatore insieme ai rappresentanti istituzionali delle regioni presenti e da un colloquio con il Viceministro della Cultura della Federazione Russa, Alla Manilova.

Il Viceministro russo, infatti, si recherà a propria volta alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano a inizio aprile e, durante la sua visita, vi sarà una riunione del gruppo di lavoro sul turismo italo-russo.

Il Sottosegretario Bianchi ha dichiarato: “La cultura svolge da sempre un ruolo fondamentale nelle relazioni tra Italia e Russia. Il nostro obiettivo è intensificare questo rapporto con la predisposizione di specifici itinerari turistico-culturali”, aggiungendo che l’ultimo Piano d’Azione per il turismo italo-russo per il triennio 2017-2019 “individua come prioritario il rafforzamento delle destinazioni minori e in particolare dei borghi storici, la valorizzazione del turismo enogastronomico, il rilancio delle ferrovie storiche e lo scambio di esperti e giornalisti del settore turistico”.

All’inaugurazione hanno partecipato anche l’Ambasciatore d’Italia a Mosca, Cesare Maria Ragaglini, il Direttore Esecutivo dell’Agenzia Nazionale del Turismo, Giovanni Bastianelli, e la cantante lirica Lyubov Kazarnovskaya, in qualità di madrina dell’evento.

A seguire, si è tenuta una conferenza stampa al fine di illustrare lo stato dei rapporti tra Italia e Russia in campo turistico: una situazione che sconta ancora gli effetti della crisi del rublo, ma che, al contempo, mostra segnali incoraggianti di ripresa, primo fra tutti l’aumento dell’80% delle richieste dei visti presso il Consolato italiano, nel solo periodo di inizio 2017, anticipato da un lieve incremento delle presenze e della spesa già da fine 2016.

Si è constatato che questi cambiamenti sono, da un lato, di tipo strutturale (la maggior parte degli ingressi dalla Russia sono ormai da parte di turisti individuali che non si appoggiano alle agenzie e agli enti tradizionali, prediligendo l’autonoma organizzazione del viaggio via internet), ma che, dall’altro, il legame verso l’Italia perdura, in quanto la gran parte dei visti emessi è di tipo multi-ingresso e a lungo termine. Un dato che rende l’idea di quanto sia elevato l’interesse per il nostro Paese e che smentisce il timore che l’ottenimento del visto possa essere di ostacolo ai viaggi dei turisti della Federazione in Italia, anche perché la rete italiana dei Centri di Visa Management Service è una delle più estese tra quelle dei maggiori Stati europei.

Successivamente, il Sottosegretario di Stato ha visitato, a tal proposito, uno dei trenta Centri Visti presenti nella Federazione, accompagnato dal Console Generale d’Italia Piergabriele Papadia De Bottini e ha concluso la giornata con un incontro con i rappresentanti della Comunità di Sant’Egidio presenti in Russia.

dbianchi1

dbianchi2

dbianchi3

dbianchi4

dbianchi5

dbianchi6

dbianchi7

dbianchi9



958