Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_mosca

Inaugurazione alla Galleria Tretyakov della mostra “Giorgio De Chirico. Nostalgia per il futuro” (Mosca, 19 aprile)

Data:

20/04/2017


Inaugurazione alla Galleria Tretyakov della mostra “Giorgio De Chirico. Nostalgia per il futuro” (Mosca, 19 aprile)

E’ stata inaugurata alla Galleria Tretyakov di Mosca, alla presenza del Vice Primo Ministro Golodets e dell’Ambasciatore d’Italia a Mosca Ragaglini e nell’ambito del festival delle arti “Bosco dei Ciliegi”, la mostra “Giorgio De Chirico. Nostalgia per il Futuro”.

L’esposizione ha un’importanza, oltre che artistica, anche simbolica: si tratta infatti della prima volta che Mosca ospita una mostra monografica di De Chirico.

Essa celebra uno dei più importanti artisti italiani del Novecento, la cui opera ha contribuito in modo fondamentale alla nascita dell’arte moderna in Italia. Il classicismo, l’eredità classica antica e l’avanguardia confluiscono nelle sue opere enigmatiche. L’enigma infatti è uno dei temi ricorrenti dell’opera di De Chirico, iniziatore e teorico della Metafisica. Essa nasce dall’osservazione e dalla trasformazione degli elementi della realtà, visti come segni capaci di superare la realtà stessa e, percependone l’ essenza metafisica, rivelare presagi riguardanti il destino. E’ proprio al tema della preveggenza del destino che si riconduce il titolo della mostra: “Nostalgia per il Futuro”.

L’ esposizione, di straordinario valore artistico, raccoglie moltissimi capolavori tra dipinti, disegni, acquerelli, sculture e costumi teatrali. La grande varietà dei generi esposti consente di scoprire un De Chirico meno noto, il De Chirico scultore, scenografo e costumista. Fu proprio nell’ambito di questa sua multiforme attività che il Maestro stabilì uno dei più interessanti punti di contatto con la Russia, disegnando costumi e scenografie per i Balletti Russi di Sergei Diaghlev.

“La mostra si inserisce nel solco dell’ eccellente collaborazione culturale italo-russa, che dal 2011, con nostra grande soddisfazione, porta in Russia le principali opere dei grandi classici del Rinascimento italiano”, ha dichiarato l’Ambasciatore Ragaglini. “L’elemento di novità di questa iniziativa è di essere una delle prime grandi rassegne dedicate ad artisti italiani del Novecento. Sono convinto che possa porre le basi per rafforzare la già solida collaborazione museale tra Italia e Russia”, ha aggiunto l’Ambasciatore.

chirico 1

chirico 2

chirico 3

chirico 4

chirico 5

 


973